MOSAIC YOURSELF!

Mosaici – la nascita di una passione – The birth of a passion

Mosaici?

Perché no!

Camminavo senza pace sulla spiaggia nell’intento di trasformare le giornate di mero riposo in giornate di relax e divertimento, che fare? (se non faccio qualcosa non mi diverto veramente).

La sorte volle che le passassi sulle spiagge dell’Isola d’Elba, non certo note per la loro comodità (poca sabbia molti sassi), ma sicuramente per la ricchezza di minerali che sono la vera particolarità dell’Isola, per cui raccolsi qualche sassetto colorato per ricordo, che poi finì inevitabilmente per essere ributtato da li a poco:  che farci?

Il caso volle anche che vidi sul tavolo della casa delle vacanze di nostri amici una ciotola ripiena di vetri raccolti sulle spiagge, e  in quel momento ebbi una folgorazione: ecco cosa fare per divertirsi, cercare i vetri e farne altrettante ciotoline.

Detto fatto eccomi a raccogliere  vetri.

Passa un anno, passa il secondo, e siccome mentre la mano raccoglie la mente cammina e di tempo per pensare ne ho, ecco che piano piano mi si fa strada un’idea:  la ciotola è troppo banale, bisogna far qualcos’altro.

Passo dopo passo , vetro dopo vetro, anno dopo anno, il progetto mi si forma chiaro: farò un mosaico, una cosa che non ho mai fatta (a parte qualche puzzle), ma che mi stimola parecchio e che soddisfa la mia voglia di sfida e di originalità.

Cosa rappresenterà è una conseguenza: tutto ciò che ho visto, che ho amato e amo, in più di 40 anni di snorkeling nei nostri mari, così che il raccogliere mi è più dolce e finalizzato e mentre raccolgo penso e mi diverto, non poco.

E così vengon su vetri, sassi,  conchiglie e tutto ciò che mi sembra utile al progetto.

Dopo qualche anno di fertile raccolta inizia il lavoro a casa: lavare i vetri, separarli prima per colore,  poi per dimensione.

Infine decido il supporto, butto giù una bozza, ampiamente superata poi dalle difficoltà realizzative.

Nel periodo di vacanze natalizie, circa 15 giorni, lavorando quasi tutti i giorni realizzo il primo lavoro: un mosaico vetro su vetro 150 cm x 37 cm. I vetri, sassi, conchiglie e polveri  sono incollati col silicone su di una lastra di vetro, la quale viene poi incollata su di un vetro preesistente inserito in un telaio di ferro come finestra da seminterrato.

Da quel momento, e visto il risultato, la voglia di fare non mi ha più abbandonato.

Question: Why Mosaics?

Answer: why not?

Walking on the beach with nothing else to do, and doing that on island full of mines and coloured stones, I started to collect and bring on some stones and mainly glasses.

The idea was to collect and put some of them and in two or three little cups, just to fill empty spaces on the furnitures.

In a while I’ve thought that it was too simple and not so original to do that, and in few years, collecting peebles on the beaches I’ve got the idea: to make a mosaic with the glasses and stones.

What to do has been very simple: make a picture of all the nice things I’ve seen in our wonderful Mediterranean sea.

After have separetad the glasses from the stones, dividing them by colours and dimensions, made a draft of the picture, I finally started during the christmas holydays.

It tooks about 15 days of work, at the end you can see the result, now it is a window. I’ve glued on a glass (1,50 mt x 37 cm) each the tiles one by one with silicon transparent, and then I’ve glued the glass on to a window, so to have the sun behind it during the day, and a neon light in the night.

From that moment, and considering the result, this passion has never left me.

Mosaico vetro su vetro 150 cm x 37 cm

Commenti su: "Mosaici – la nascita di una passione – The birth of a passion" (4)

  1. Complimenti per le tue opere, sono tutte bellissime. Volevo chiederti se tu riesci a togliere la patina bianca che ricopre i vetri che raccogli sulla spiaggia e se si, come ci riesci. Grazie

    • Ciao Carlos
      e grazie per i complimenti.
      Per quanto riguarda la patina che dici forse intendi i graffi che ne velano la superficie, ma quelli non si tolgono.
      Io i vetri prima li sciaquo in acqua dolce, ed una volta terminato il lavoro gli do una leggera mano di flatting, così da renderli lucidi, tutto qui.
      Se fai qlcs fammi sapere.
      Ciao
      Aldo

    • Volentieri, non so cosa fai, ma guarderò il tuo blog e mi iscriverò a ricevere le tue news in automatico.
      “anche noi qui abbiamo la passione di raccogliere il vetro in mare …”una domanda: qui dove?
      Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: